18/03/2012 – Ansa – Maratona Roma: 100mila in strada, Kenya domina gara – Zanardi vince handbike; Volontario muore infarto; Disagi traffico

Centomila persone di corsa per le vie della Capitale pronte dalle 9 del mattino, allo sparo dello starter, a conquistare di passo in passo la Cittá Eterna. Ma anche, come tutti gli anni, gli inevitabili disagi al traffico e ai trasporti. La Maratona di Roma, giunta quest’anno alla XVIII edizione, è stato questo: festa cittadina ma anche un importante momento di sport in uno scenario unico al mondo. Segnata anche dal record di arrivi al traguardo: 12.688 contro il primato dell’anno scorso che era a quota 12.611. Una festa intristita però dalla morte per un infarto di un anziano volontario.
DOMINIO KENIA: A dominare la competizione, tra i 75 top runner arrivati da 12 Paesi, è stato il Kenya: Luka Lokobe Kanda ha vinto in 2h08’04” la gara maschile; tra le donne ha trionfato la connazionale Hellen Kimutai (2h31’11”). Primo italiano Carmine Buccilli (2h25’03”). A dominare con una prestazione da record la gara dell’handbike è stato l’ex pilota di F1 Alex Zanardi, in (1h15’53”). CENTOMILA IN STRADA, ANCHE ALEMANNO E POLVERINI: Alle loro spalle, un esercito di partecipanti: 16.064 per il percorso completo e oltre 80 mila per la Stracittadina da 5 km, quella a cui hanno preso parte anche i rappresentanti delle istituzioni, verso i quali è volato qualche fischio. Alla partenza, oltre all’ex ministro Giorgia Meloni e alla deputata Pd Anna Paola Concia, anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno e la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, insieme con il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, che però ha scelto di non correre. Presente anche la consigliera regionale Pdl Isabella Rauti, con l’associazione ‘Noi X Roma’ e le sue magliette, indossate anche dal marito sindaco, che ricordano i due marò detenuti in India. Perchè la Maratona di Roma è anche l’occasione di lanciare messaggi. Ne sanno qualcosa gli occupanti del Teatro Valle, che hanno organizzato a piazza S. Andrea della Valle un concerto di 50 violoncelli (anche ‘Bella ciao’ tra i brani) per salutare il passaggio dei corridori.
TRAFFICO E 68 LINEE BUS DEVIATE: Inevitabili in ogni caso le ripercussioni sul traffico cittadino: partenza e arrivo sono state ai Fori Imperiali, con un percorso che ha attraversato piú quartieri e ha costretto alla deviazione 68 linee di autobus, alcune delle quali sono però state ripristinate giá nel primo pomeriggio.
MORTO ANZIANO VOLONTARIO: Nota amara della giornata, la morte di un volontario di 69 anni a via Oslavia, nel quartiere Mazzini. Aiutava, spiegano gli organizzatori, la Societá Atletica del Parco al rifornimento al ventesimo chilometro. Ma, secondo il 118, è stato colto da infarto proprio mentre stava per tornare a casa. Inutili i tentativi di rianimarlo: l’uomo è morto tra le braccia di un collaboratore della societá, poco dopo le 14.(di Gabriele Santoro).